05 05 2016 Autore Nome: Isabella Ibba Cognome: Ibba

Madagascar

La tradizione culinaria malgascia è caratterizzata dal vary, o riso, che non accompagna la portata principale, ma viceversa. Il romazava vero piatto nazionale è costituito da cubetti di carne di zebù  serviti con riso e brodo, che è appunto la traduzione della parola romazava stufati con pomodori rossi, verdure a foglia verde e riso bianco, che identificano i colori della bandiera nazionale.
Altri piatti tradizionali sono Il Henakisoa ravitolo sy, carne di maiale con germogli di manioca, il Henakisoa amalona sy, carne di maiale mescolato con anguilla, anche se in molte zone, il maiale è considerato tabù. Lungo le coste il pesce è eccellente e economico; per quasi tutto l’anno si possono inoltre gustare un’ampia gamma di frutti tropicali come ananas, lichees, mango e banane.
I pasti sono spesso accompagnati dal ranovola, l’acqua di cottura  del riso bruciacchiato, che per il suo colore  è chiamato scherzosamente anche whisky malgache.
Le delizie gastronomiche sono parte delle gioie di un viaggio in Madagascar. Costituita dai prodotti locali, pesce e frutti di mare principalmente nelle coste, carne frutta e riso ovunque. Più diffuso del tè, grazie all’influenza francese, il caffè è davvero eccellente.
Tra le bevande, si producono ottimi vini tra cui un particolare tipo di vino grigio, chiamato gris. Il toaka grasy è un tipo di rum grezzo, prodotto con riso e canna da zucchero, il trembo una specie di liquore di noce di cocco e il litchel, liquore di lychees. Il più diffuso è il roma, un distillato di rum.

By Isabella Ibba

Ti è piaciuto quello che hai letto? Lascia la tua opinione.

css.php
Vai alla barra degli strumenti