LE GOLE DEL FIUME M’GOUN: TREKKING

Le gole del fiume M'Goun. Una spedizione alla scoperta dei paesaggi e delle tradizioni più antiche delle comunità berbere dell'Alto Atlante, in jeep, a piedi e a dorso di mulo…
Detto così mette un po' paura. Ma nella realtà questo viaggio-trekking nelle gole del massiccio dello M'Goun, in Marocco, è l'occasione per venire a contatto con un ambiente naturale tra i più belli dell'Africa e con lo spirito di vita autentico delle comunità berbere dell'Alto Atlante. In più, percorrere sentieri e canyon a piedi e in groppa a questo animale aggiunge fascino e divertimento al viaggio. Senza essere eccessivamente faticoso. Il mulo, presente in tutte le montagne marocchine, è un elemento essenziale nella vita dei berberi e lo si può paragonare all'importanza che il cavallo ha avuto nel West americano. Instancabile e affidabile, si inerpica senza difficoltà su ripide mulattiere, lungo il greto dei fiumi e per sentieri secolarmente battuti. Questo trekking di montagna è concepito per essere fatto da tutti (è richiesta una buona forma fisica e almeno essere abituati alle camminate in montagna). Ogni partecipante ha un proprio mulo che trasporta anche il bagaglio. Si parte da Marrakech a bordo di fuoristrada e ci si dirige verso nord costeggiando le pendici dell'Alto Atlante, facendo tappa a Ouzoud per ammirare le omonime cascate, con i loro 110 metri, le più alte del Nordafrica. Abitate da branchi di scimmie, sono una delle bellezze naturali della regione. Si continua attraverso l'Atlante per la spettacolare vallata di Ait Bou Goumez (1840 metri). Qui si lasciano le jeep: inizia il trekking e tutto il materiale da campo e le vettovaglie vengono caricati sui muli. La carovana attraversa le coltivazioni della vallata di Bou Goumez e sale sulla ripida mulattiera verso il passo di Ait Imi (2910 metri) da dove si gode di un panorama mozzafiato sul massiccio dello M'Goun (3996 metri). Si scende quindi lungo il crinale della montagna: il percorso ora è più facile e il trekking si snoda dolcemente seguendo la valle dell'assif (il fiume) M'Goun. Fanno da cornice cime di oltre 3500 metri, terreni e piccole coltivazioni di frumento e mais, muretti a secco. Si attraversa una serie di piccoli tighramt (villaggi fortificati) costruiti con materiali e tecniche tradizionali. Qui i berberi lavorano la terra con metodi ancestrali, non hanno elettricità né strade e l'unico modo di viaggiare o trasportare mercanzie è a piedi o con i muli. Continuando, la valle si restringe: le strette pareti delle gole arrivano a due metri di larghezza e anche a 300 metri di altezza. Levigate dall'erosione millenaria dell'acqua che scende dallo M'Goun, assumono calde tonalità rossicce. E in questi tratti l'aiuto del mulo diventa fondamentale. Il trekking si conclude a Aguerdzaka, villaggio berbero a 1700 metri di altitudine, dove gli erti canyon del fiume si sciolgono in una larga vallata. E dove il viaggio riprende a bordo dei fuoristrada lungo una pista sterrata, percorrendo la Valle delle Rose fino a El Kelàa Mgouna, cittadina che si trova al punto di confluenza con la grande valle del Dades. Da qui il viaggio prosegue per la grande oasi di Skoura, antica riserva di caccia di califfi e sultani, per Ouarzazate, tappa obbligata per chiunque voglia raggiungere il sud marocchino, e per Ait Ben Haddou, dove si visita l'imponente kasba patrimonio mondiale dell'umanità. La panoramica strada montana del valico del Tichka (2260 metri) con i suoi paesaggi maestosi sull'Alto Atlante, porta a Marrakech, la rossa capitale berbera, dove il viaggio si conclude in bellezza tra la moschea e il minareto della Koutobia, le tombe delle dinastia Saadita, il Palazzo El Badi, la raffinata Medersa Ben Youssef e, soprattutto, con lo shopping nei brulicanti suq e lo spettacolo notturno della celebre piazza Jemaa El Fna.
 

PROSSIME PARTENZE


24 06 2018 - Sarai accomagnato da Gianna Djaba
29 07 2018 - Con te ci sarà un accompagnatore Viaggi Avventura
12 08 2018 - Con te ci sarà un accompagnatore Viaggi Avventura
09 09 2018 - Con te ci sarà un accompagnatore Viaggi Avventura
DURATA
Il viaggio dura 9 giorni e 8 notti
GRUPPO
Partenza garantita con minimo 5 persone e il gruppo sarà composto al massimo di 16 persone.

PREZZI


Prezzo a partire da: 2150 €         

ITINERARIO DI VIAGGIO


Itinerario
1° Giorno
Italia - Marrakech
Partenza da Milano con voli di linea, arrivo a Marrakech e trasferimento in Riad Pernottamento.
2° Giorno
Marrakech - Azilal - Valle di Ait Bou Goumez
Incontro con la guida in hotel e partenza da Marrakech. Prima di Azilal deviazione per Ouzoud (1068 mt) per ammirare le omonime cascate alte 110 mt. Pranzo alle cascate e continuazione per la vallata di Ait Bou Goumez (1840 mt). La vallata e la sua gente vivono in un’altro... continua
3° Giorno
Ait Bou Goumez - Tiz'n Ait Imi - Tighremt
Il mattino presto si carica tutto il materiale da campo e le vettovaglie sui muli. La carovana attraversa la vallata coltivata di Bou Goumez ed inizia a salire sulla mulattiera verso il passo di Ait Imi (2910 mt). Sosta e pranzo sul passo con una spettacolare vista sul massiccio... continua
4° Giorno
Tighremt - Valle dello M'Goun - Tarzout
Il trekking si snoda dolcemente seguendo il fiume nella valle. I terreni e le piccole coltivazioni prevalentemente di frumento e mais sono delimitati da muretti a secco per impedire la perdita del prezioso e fertile limo accumulato nel tempo. Semplici ma efficaci i sistemi di... continua
5° Giorno
Tarzout - Gole dello M'Goun - Aguerdzaka
La piccola valle si stringe sempre di piu’ ed i passaggi in acqua divengono sempre piu’ necessari. In alcuni tratti le strette pareti delle gole arrivano a due metri di larghezza: sono talmente levigate dall’erosione millenaria dell’acqua che scende dallo M’Goun che... continua
6° Giorno
Aguerdzaka - Tabarkhacht
Aguerdzaka é un villaggio eretto esattamente sulla confluenza di due fiumi. Ora lo Mgoun si é allargato e la forza dell’acqua è diminuita. Si incontrano sempre piu’ spesso gli abitanti che si spostano a dorso di mulo lungo il fiume: ci sono anche donne, alcune con vestiti... continua
7° Giorno
Tabarkhacht - El Kelaa M'Gouna - Ouarzazate - Marrakech
Ritroviamo il nostro minibus e raggiungiamo El Kelàa Mgouna, il centro più importante della valle delle rose, situato all’incrocio con la valle del Dades. Qui si svolge a maggio il mussem (sagra) delle rose, uno dei piu’ interessanti del Marocco. Tutta l’economia della... continua
8° Giorno
Marrakech
Prima colazione. Giornata libera. Si può effettuare su richiesta la visita guidata dei monumenti storici il mattino. Pomeriggio libero per eventuale shopping nei suk situati ai bordi della celeberrima piazza Jmaa el Fna. Pranzo e cena liberi. E’ incluso il solo pernottamento... continua
9° Giorno
Marrakech - Italia
Trasferimento in aeroporto con minibus privato e rientro in Italia.

 

BENE A SAPERSI PRIMA DELLA PARTENZA
  • Per ragioni tecnico-operative l’itinerario potrà essere modificato dalla guida e/o accompagnatore sul posto se ritenuto necessario e nell’interesse del gruppo
  • I tempi di percorrenza delle tappe sono indicativi e pertanto possono essere condizionata da fattori personali ed esterni imprevedibili.
  • Mezzi di trasporto: l’itinerario prevede camminate quotidiane della durata media di 6/8 ore. Solo all’inizio e alla fine del trekking per raggiungere il punto di inizio e poi tornare a Marrakech saranno utilizzate jeep dove prenderanno posto 4 clienti + autista per macchina.
  • Forma fisica: trattasi di un vero trekking adatto a persone  abituate a camminare in montagna, non in sovrappeso e con senso dell’equilibrio.
  • Il bagaglio deve tassativamente essere costituito da sacche morbide di max 12 kg in totale. E’ utile portarsi un paio di scarponcini  leggeri,  un paio di sandali da marcia, qualche capo caldo, un cappellino, un foulard per la polvere ed un parka impermeabile leggero, e un paio di scarpe per camminare nell’acqua.

● Campo tendato mobile (tenda igloo): Si tratta del classico campo itinerante normalmente utilizzato in Sahara e in Africa Occidentale. quando ogni giorno si cambia “casa”; il bagno é la natura  e normalmente per lavarsi viene dato un catino di plastica ricolmo d’acqua ogni mattina e ogni sera; le tende igloo sono m. 2,20 x 2,20  e velocissime da montare; é richiesta la partecipazione del cliente nel montaggio e smontaggio delle stesse.

  • Abbigliamento e suppellettili consigliate: sostanzialmente l’abbigliamento per l’ effettuazione dei trekking sulle montagne marocchine non differisce da altre destinazioni nel mondo, ed è subordinato al periodo di effettuazione,  non scordandosi l’escursione termica tra giorno e notte e la possibilità di improvvise variazioni climatiche in quota. Sono consigliabili abiti sportivi e leggeri per il giorno, prediligendo pantaloni (anche corti) e giacche con molte tasche per riporre vari oggetti di uso frequente, magliette o camicie di cotone, scarponcini da trekking per evitare slogature alle caviglie, scarpette leggere tipo tennis per la sera al campo ed eventualmente ciabattine per lavarsi al fiume; cappellino parasole e occhiali da sole per l’intensità della luce solare. Per la sera al campo e per ogni evenienza pantaloni e felpa di pile, ed una buona giacca a vento.
  • E’utile portare: zainetto multitasche, k-way leggero in caso di pioggia, creme per protezione solare, crema idratante e burrocacao per labbra, integratori salini e barrette energetiche, borraccia, torcia elettrica e batterie di ricambio, coltellino multiuso tipo svizzero, sacco a pelo di piumino di buona qualità (le temperature notturne in  quota sono basse anche in estate), racchette da trekking per aiutarsi sulle mulattiere, salviettine umidificate ed un asciugamano per uso personale, medicinali personali. Fondamentali copri zaino o meglio sacche impermeabili dentro cui infilare i bagagli grandi e a mano
  • I Riad sono piccole strutture alberghiere ricavate dalle tipiche case marocchine solitamente a 2 piani, all’interno della Medina (città vecchia). Dotati nel cortile interno di  giardino, la cui dimensione varia in proporzione alla casa, ricco di alberi di banani, aranci, palme e bouganville coloratissime nonchè una varietà di piante tropicali e fiori. All’ultimo piano un terrazzo solitamente arricchito con piante in vasi di adeguata grandezza permette di godersi l’aria fresca della sera dopo giornate calde o afose, di prendere il sole (alcuni riad hanno addirittura una piccola piscina) e comunque c’é sempre la possibilità di fare la colazione o di cenare all’aria aperta godendo della vista sulla medina di Marrakech. Essendo ricavati da case private la loro ricettività é molto limitata ( mediamente 5/7 camere), tutte comunque dotate di bagni privati. Una delle caratteristiche dei riad é quella di non avere finestre che danno verso l’esterno, a parte qualche finestrella per l’aerazione. Normalmente esiste una sola porta di accesso e tutte le finestre delle varie stanze si affacciano sul patio interno. I piani superiori sono dotati di ballatoi che danno l’accesso alle varie stanze. Tutto ciò è dovuto essenzialmente all’esigenza di costruire case adeguate alle condizioni climatiche del luogo ma anche per garantire l’intimità delle mura domestiche, elemento essenziale nella vita  marocchina. Per la particolarità delle strutture scelte, le sistemazioni possono subire variazioni rispetto a quanto indicato nel programma base a seconda della disponibilità delle stesse al momento della prenotazione. Le camere nei riad sono diverse una dall’altra e quindi non é possibile garantire camere identiche per tutti i partecipanti.
COMPOSIZIONE DELLA QUOTA

Prezzi quotati in euro pertanto non soggetti ad adeguamento valutario

 

La quota comprende

– trasporto aereo A/R dall’Italia con volo di linea in classe economica

– franchigia bagaglio aereo kg 20 per persona

– trasferimenti da e per gli aeroporti in Marocco

– Trasferimenti in aeroporto di arrivo e partenza

– La guida di montagna parlante francese per tutta la durata del trek e lo staff di muli e mulattieri per il trasporto del materiale e dei bagagli

– La pensione completa durante il trekking .

– Trasferimento da e per la località di inizio e fine trek con Toyota con autista

– Tutto il materiale per i campi ad eccezione del sacco a pelo

– A Marrakech, sistemazione in camera doppia in Riad con prima colazione.

Facchinaggio nell’albergo a Marrakech

 

La quota non comprende

– Tasse aeroportuali, fuel surcharge

– I pasti non indicati in programma (a Marrakech)

– le bevande

– le mance

– il facchinaggio

– le eventuali tasse estere d’imbarco

– tutto quanto non espressamente indicato nel programma.

 

 

Scarica qui il programma di viaggio completo


Leggi il nostro Blog
  • 25 02 2016Autore: Elena Bianco
    TANGERI E CHEFCHAOUEN: BIANCO E BLU ASSOLUTI
    Immaginate un viaggiatore del XIII secolo, che percorra per trent’anni il mondo conosciuto fino in Afghanisthan, India, Cina, Indonesia e poi, ritornato,...
    LEGGI
  • 09 01 2015Autore: viaggiavventura
    CALEIDOSCOPICO MAROCCO
    Un viaggio avventura alla scoperta delle molte anime del Marocco: città imperiali e Kasbah Un viaggio in Marocco è sempre sorprendente. Questo vale la...
    LEGGI

 

Ti è piaciuto quello che hai letto? Lascia la tua opinione.

css.php
Vai alla barra degli strumenti