KASHMIR, ZANSKAR, LADAKH E IL FESTIVAL DI NAROS NASJAL

Kashmir, Zanskar e Ladakh. Tre regioni ai piedi dell’Himalaya. Da esplorare in un itinerario che porta tra verdi vallate e passi di montagna, strade panoramiche sopra i quattromila metri e monasteri buddhisti. Un viaggio che inizia dal Kashmir, tra boschi e prati fioriti, giardini amati dagli imperatori mughal e cielo perennemente color cobalto. Un paesaggio che non si dimentica facilmente. Questo tour in fuoristrada prosegue tra colline, campi di riso, boschetti di noci e cespugli di more selvatiche. E passa per Kargil e Rangdum, il Passo di Pensi La a 4400 metri e il monastero di Tongde. Nel monastero di Sani, il più antico della regione, si ha così l’opportunità di assistere al festival di Naro Nasjal. Una celebrazione religiosa in cui viene evocata la presenza di Naropa con le danze dei lama e l’esposizione della veneratissima statua del maestro. Per proseguire, infine, verso Parkachik, Lamayuru e la Valle della Luna, il villaggio di Dha e Leh con i suoi monasteri buddhisti.

PROSSIME PARTENZE


19 07 2018 - Sarai accomagnato da ANGELICA PASTORELLA
DURATA
Il viaggio dura 15 giorni e 13 notti
GRUPPO
Partenza garantita con minimo 8 persone e il gruppo sarà composto al massimo di 16 persone.

PREZZI


Prezzo a partire da: 3650 €         

ITINERARIO DI VIAGGIO


Itinerario
1° Giorno
Partenza dall'Italia per Delhi con voli Lufthansa
Partenza al mattino con volo di linea Lufthansa da Milano Malpensa a Delhi via Monaco. Arrivo in nottata. Una volta terminate le formalità di ingresso, trasferimento e sistemazione all’hotel Holiday Inn New Delhi Airport.Situato a pochi chilometri dall’aeroporto di Delhi,... continua
2° Giorno
Volo per Srinagar e sistemazione nelle "houseboat"
Al mattino trasferimento in aeroporto e partenza per Srinagar (1730 metri slm). All’arrivo trasferimento e sistemazione nelle houseboat, le case galleggianti cullate dalle acque dei laghi Dal e Nagin, che divennero numerose verso la fine dell’800, in quanto il maharaja... continua
3° Giorno
Risalendo i fianchi della valle principale del Kashmir, giungiamo a Gulmarg, il ''Prato Fiorito''
Si risalgono i fianchi della valle, dove si trovano i marg, i vasti alpeggi, per giungere a Gulmarg (2.690 m.), il "Prato Fiorito", una rientranza di forma circolare che domina la valle principale del Kashmir. Nelle giornate limpide, i panorami sono superbi: colline, campi di... continua
4° Giorno
Dopo una breve escursione sul lago in shikara, il viaggio prosegue verso altitudini più elevate, nel territorio del Ladakh
Si parte presto al mattino per l’esperienza indimenticabile di assaporare un giro sul Lago in shikara (imbarcazione simile alle nostre gondole). Su questo lago intere comunità vivono da secoli a bordo di case galleggianti, senza necessità di scendere mai a terra. I... continua
5° Giorno
Il paesaggio che scorre tra Kargil e Rangdum è un paradiso di acqua e vegetazione
Il paesaggio della Valle di Suru da Kargil a Rangdum è un paradiso di vegetazione e di acqua che scorre impetuosa nel fiume e nei canali d’irrigazione. Man mano che si sale, lungo la strada stretta che segue le pieghe della roccia, i villaggi si fanno sempre più minuscoli,... continua
6° Giorno
Superato il Passo di Pensi La, a 4400 metri, si entra nella valle dello Zanskar
Visita al monastero di Rangdum, che regna solitario tra le pasture degli yak ricche di stelle alpine. Fu fondato nel XIX secolo su una collina rocciosa nel cuore della valle. Partenza per il villaggio di Sani. Superato il Pensi La (4400 metri), punto più alto del viaggio, si... continua
7° Giorno
Visita al pittoresco monastero di Tongde, incastonato nella roccia, e arrivo a Zangla
Abbarbicato su una superficie rocciosa che si affaccia sul villaggio sottostante, che appare come un’oasi, troviamo il pittoresco monastero di Tongde. Siamo sulla strada tra Padum e Zangla. Lo Zanskar è una valle del Ladakh, una delle più antiche regioni abitate del mondo,... continua
8° Giorno
Mattinata dedicata al Festival di Naro Nasjal e pomeriggio alla visita del monastero di Karsha
A Sani protetto da un muro di cinta ed ombreggiato da rari alberi, vi è l’antico monastero che custodisce una statua dell’antico predicatore Naropa totalmente coperta da veli e lo stupa con i resti di Kanishka, un maestro che visse intorno all’anno mille; alcuni degli... continua
9° Giorno
Durante l' ultimo giorno delle celebrazioni viene esposta la statua di Naropa e le danze rituali proseguono fino al pomeriggio
Oggi, secondo e ultimo giorno delle celebrazioni, è il clou del festival perché viene esposta la veneratissima statua di Naropa e le danze rituali proseguono fino al pomeriggio. Nel XI secolo, dopo essere stato abate di Nalanda, l’università monastica indiana più... continua
10° Giorno
Viaggio di ritorno verso Parkachik
La zona di Tungri, Sani e Padum è l’area più profonda, raggiungibile con le macchine, del territorio dello Zanskar. Da questo punto comincia il ritorno verso la vallata dell’Indo, il cui bacino è il grande raccoglitore delle acque che provengono da tutte le vallate a... continua
11° Giorno
Partenza per Lamayuru, nella "valle della luna"
Si prosegue per Lamayuru. Sulla strada sosta per la visita a Mulbekh dove, oltre alla statua rupestre del Buddha Maitreya che molti archeologi considerano essere non più tarda del V secolo, si trovano due monasteri posti su di un vicino ripido colle. Andando avanti verso... continua
12° Giorno
Si parte per Dha, per entrare in contatto con la comunità dei Drok-Pa e proseguimento per Uleytokpo
Si parte per Dha (85 km) per entrare in contatto con la comunità dei Drok-pa e condividerne la vita nei villaggi. Questo popolo si distingue per razza e cultura dagli altri popoli del Ladakh. I villaggi da loro abitati sono solo 5, la loro comunità è dunque molto piccola,... continua
13° Giorno
Sulla strada per Leh visita ai monasteri di Alchi, Likir e Phyang
Sulla strada per Leh vi sono dei monasteri che meritano di essere visitati. Il primo che si incontra, sulle rive del fiume Indo, è il santuario di Alchi, uno dei più antichi del Ladakh. Secondo gli storici, il monastero fu fondato nell’XI secolo da Kal-dan Shes-rab, un... continua
14° Giorno
Volo da Leh per Delhi
Trasferimento all’aeroporto e partenza per Delhi. Sistemazione in camere ad uso giornaliero all’Holiday Inn New Delhi International Airport (le camere sono disponibili normalmente solo dalle ore 12.00). In serata ci si trasferisce in aeroporto per il volo diretto in... continua
15° Giorno
Volo di ritorno in Italia
Viaggio notturno per Monaco e coincidenza per l’Italia con voli Lufthansa. Arrivo a Milano Malpensa in mattinata.1. Interno monastero a Mulbekh 2. Paesaggio verso Uleytokpo 3. Lago Dal

 

BENE A SAPERSI PRIMA DELLA PARTENZA

 

  • La data del Festival, basata sul calendario lunare, può variare fino all’ultimo momento e talvolta senza preavviso.
  • L’altitudine, seppur mediamente inferiore a quella di altri paesi himalayani, può dare nei primi giorni un lieve fastidio.
  • I trasporti in Kashmir e Ladakh saranno effettuati con fuoristrada tipo Toyota Innova (o similare) utilizzati con un massimo di 3 passeggeri + autista. Ci preme segnalare che l’utilizzo di comode vetture con soli tre passeggeri a bordo, permette di avere il posto vicino al finestrino e più spazio per il proprio bagaglio personale.
  • I voli interni sono soggetti a ritardi, variazioni e cancellazioni a causa di maltempo, nebbia o altri imprevisti.
  • L’ordine delle visite può variare per esigenze tecnico-organizzative senza per questo alterare le peculiarità del viaggio.
  • Per questioni operative, meteorologiche o di forza maggiore il programma potrebbe subire delle variazioni, fermo restando la sostanza delle visite previste.
  • I tempi di percorrenza riportati nel programma sono indicativi e dipendono dal traffico, dalle condizioni delle strade e dalle soste fotografiche richieste dal gruppo.
  • L’itinerario in Kashmir e Ladakh prevede diversi percorsi non asfaltati e le strade possono essere polverose o lievemente dissestate.
  • All’interno del complesso di Alchi é vietato fotografare.
  • E’ consigliato l’ uso di scarpe comode da trekking leggero; ricordiamo di non dimenticare un K-way o impermeabile, un cappellino di lana, un paio di felpe,  occhiali da sole, creme solari, un burro cacao, una torcia, asciugamani, salviettine umidificate ed eventuali medicinali personali.

 

Mance

  • Il vostro accompagnatore si occuperà  di  raccogliere le mance all’inizio del viaggio. Prevedere 90 euro a persona  da dividere  tra  autisti, guide,  facchini e personale in generale.

 

Sistemazioni

  • A Srinagar i pernottamenti sono previsti nelle comode houseboat, in cabine con servizi privati con acqua corrente fredda e tiepida.
  • Le sistemazioni a Kargil e Lamayuru sono previsti in semplici alberghi in camere con servizi.
  • I pernottamenti in campi tendati mobili sono previsti a Rangdum, Tungri (Sani) e Parkhachik; sono dotati di tende tipo canadese con materassino, lenzuola, coperte e cuscino. Un generatore da campo assicurerà elettricità dal tramonto fino alle 22.30 e sarà possibile ricaricare batterie per cellulari e per apparecchi video-foto senza bisogno di adattatori universali. E’ indispensabile portare il proprio sacco a pelo invernale (si dorme in media a 3.700 mt, qualche volta a 4.000 mt).
  • La sistemazione a Uleytokpo é prevista in accoglienti cottage al Ule Ethnic Resort, in un ottimo contesto ambientale.
  • A Leh abbiamo previsto uno dei migliori alberghi di Leh, The Zen Ladakh.
  • A Delhi é previsto l’Holiday Inn New Delhi International Airport, un ottimo albergo 5 stelle nei pressi dell’aeroporto.

 

 

COMPOSIZIONE DELLA QUOTA

 

Prezzi quotati in euro e pertanto non soggetti ad adeguamento valutario.

 

La quota comprende:

 

  • Voli di linea  Lufthansa Milano Malpensa–Delhi e ritorno Delhi-Milano Malpensa in classe economica via Monaco
  • Voli di linea Delhi-Srinagar e Leh-Delhi in classe economica
  • Franchigia bagaglio aereo kg. 23 per persona sui voli intercontinentali, 15 Kg sui voli interni
  • Trasferimenti da/per gli aeroporti all’estero
  • Trasporti interni in pullman a Delhi ed in fuoristrada tipo Toyota Innova (o similare) in Kashmir e Ladakh (3 persone + autista  per auto).
  • Sistemazione in camera doppia in alberghi di categoria 5*a Delhi, 4* a Leh, 2* a Kargil e Lamayuru (classificazione  locale), in un Resort turistico (Uleytokpo) e in 3 campi tendati mobili (Rangdum,  Tungri/Sani, Parkachic), in houseboat a Srinagar
  • Trattamento di pensione completa (con 5-6 pranzi a picnic) 
  • Visite ed escursioni come da programma con guida locale che parla inglese
  • 2 bottigliette d’acqua al giorno a persona (1 litro)
  • Assistenza di un accompagnatore esperto Kel 12 al raggiungimento del numero minimo di partecipanti indicato
  • Ingressi, tasse e percentuali di servizio

 

 

La quota non comprende:

 

  • Bevande, mance, facchinaggio  (negli aeroporti e negli alberghi)
  • Trasferimenti da/per gli aeroporti in Italia
  • Eventuali costi per permessi per macchine fotografiche e videocamere
  • Eventuali tasse d’imbarco da pagare in uscita dal Paese
  • Visto di ingresso
  • Extra personali in genere e tutto quanto indicato come facoltativo
  • Tutto quanto non espressamente indicato nel programma e al  paragrafo “la quota comprende”

 

 

Scarica qui il programma di viaggio completo


Leggi il nostro Blog
  • 06 04 2016Autore: Sonia Sgarella
    HIMACHAL PRADESH: IL PARADISO PER GLI DEI E NON SOLO
    Percorrendolo da nord a sud, da est a ovest o viceversa, approcciandolo dal Ladakh, dal Punjab, direttamente da Delhi o dall’Uttarkand, lo stato...
    LEGGI
  • 31 03 2016Autore: Elena Bianco
    A KHAJURAHO, L’EROTISMO CHE LIBERA LA COSCIENZA
    Vrikshadhirudha. Un nome complicato che descrive un’altrettanto complessa posizione erotica: lui e lei in piedi, la donna che pone un piede sul piede di lui,...
    LEGGI
  • 16 03 2016Autore: Sonia Sgarella
    PUNJAB: LA TERRA DEI SANTI GUERRIERI
    E’ il Punjab, la terra dei “cinque fiumi”, lo stato indiano con le entrate pro capite più alte del paese che qui raggiungono quasi il doppio rispetto...
    LEGGI

 

Ti è piaciuto quello che hai letto? Lascia la tua opinione.

css.php
Vai alla barra degli strumenti