IL DESERTO DEL KARAKUM E LA PORTA DELL’INFERNO

Un deserto asiatico poco conosciuto e frequentato dai viaggiatori europei. Terra di predoni fino a un centinaio d’anni fa, dove nessuno osava avventurarsi. Un oceano di sabbia e steppa, rovente d’estate, ghiacciato d’inverno. Solcato dall’esile striscia verde-azzurra del fiume Amudarja, l’antico Oxus dei Greci, e dalle vie carovaniere che collegavano le oasi. Un territorio estremo al centro di un viaggio in 4X4, con molti pernottamenti in tenda. Ad ammirare crateri di gas naturale in un’atmosfera da inferno dantesco, siti archeologici di antiche fortezze, canyon dai colori cangianti e villaggi di comunità montane. Un tour che passa per Ashgabat, Turkmenbashi e le Montagne della Luna. E permette di entrare in contatto con allevatori e tessitori di tappeti, mercanti e conciatori di pellicce. Per poi addentrarsi tra le barcane, le dune a ferro di cavallo, tra arbusti di saxaul e acacie ritorte. Lungo piste semi-abbandonate, percorse soltanto da qualche nomade.

PROSSIME PARTENZE


29 09 2018 - Sarai accomagnato da Gianna Djaba
DURATA
Il viaggio dura 12 giorni e 10 notti
GRUPPO
Partenza garantita con minimo 8 persone e il gruppo sarà composto al massimo di 16 persone.

PREZZI


Prezzo a partire da: 3750 €         

ITINERARIO DI VIAGGIO


Itinerario
1° Giorno
Partenza dall'Italia via Istanbul per Ashgabat
Partenza in mattinata da Milano con volo di linea Lufthansa per Francoforte. Arrivo, cambio di aeromobile e partenza per Ashgabat dove l’arrivo è previsto a tarda sera (il volo generalmente prevede uno scalo a Baku). Cena a bordo. Accoglienza all’arrivo e trasferimento... continua
2° Giorno
Visita dei principali monumenti della capitale turkmena e del Tolkuchka Bazar
Prima colazione in hotel e poi partenza alla scoperta della capitale.Ashgabat non è la città immobile e fatiscente delle descrizioni dei viaggiatori d’una ventina d’anni fa. È invece un centro ben ordinato e dinamico, con cantieri ed edifici moderni che vengono su come... continua
3° Giorno
Le rovine di Gonur Depe, antica capitale del potente regno di Margiana
Lasciata la capitale, la nostra prima tratta avviene verso oriente, verso l’antica Margiana, un regno potente, la cui capitale era Gonur Depe, la fortezza di cui visiteremo le rovine e presso cui ci accamperemo. Fu lì che, alcuni dicono, nacque lo zoroastrismo, la religione... continua
4° Giorno
Attraverso il deserto centrale del Karakum, le "sabbie nere", verso la comunità rurale di Ak Molla
A Nord ci aspetta Ak Molla, la comunità che ci ospita per la notte, proprio in mezzo al deserto del Karakum, le Sabbie Nere, che insieme alla sua controparte uzbeka del Kyzylkum, le Sabbie Rosse, forma una delle più vaste distese di dune al mondo. La pista che ci accompagna... continua
5° Giorno
Il cratere di gas naturale di Darwaza, la Porta dell'Inferno, perennemente ardente. Campo nei pressi del cratere per apprezzare la visione notturna, alquanto suggestiva
Oggi attraversiamo il Karakum centrale fino a incrociare la direttrice di cui sopra, quella sud-nord, circa a metà dei suoi quattrocento chilometri, a Darwaza, il maggior villaggio della zona, spopolato e miserabile come gli altri.Magari avremo modo di bere un tè in una... continua
6° Giorno
Nel Karakum occidentale, verso i resti della fortezza di Igdykala
Riprendiamo la pista verso ovest, seguendo per quanto possibile il letto dell’antico fiume Uzboy, che fino al cambiamento repentino del suo corso, nel Seicento, serviva da canale di deflusso delle piene dell’Amudarja, andando a gettarsi nel Mar Caspio. La nostra meta odierna... continua
7° Giorno
Gli spettacolari canyons di Yangikala, dove le rocce bianche e rosse offrono un paesaggio unico di rara bellezza
I canyons, quelli di Yangikala, sono il leitmotiv odierno. Sul loro fondale passeremo la giornata e poi anche la notte, nell’ultimo campo prima di ristorarci un po’ nell’hotel di Turkmenbashi, il giorno seguente. Si tratta di una regione un tempo sottomarina, fatta di... continua
8° Giorno
Turkmenbashi, il principale porto sul Mar Caspio
Riappare la strada. Una strada sterrata, però, che ci accompagna fino a Turkmenbashi, la vecchia Krasnovodsk, la seconda città del paese e l’unico porto sul Mar Caspio, intitolata ora al Padre dei Turkmeni.A Turkmenbashi ci sistemiamo in hotel, dove avremo la possibilità di... continua
9° Giorno
Le rovine della città carovaniera di Dehistan, lungo la Via della Seta
Il nuovo giorno ci riporta fuoristrada. Due ore buone di guida sulle pianure salate per arrivare alle rovine della città carovaniera di Dehistan dove, tra minareti e resti di moschee sorte tra il X e il XIV secolo, piazzeremo il nostro quinto campo. Un campo estremamente... continua
10° Giorno
Attraverso la valle del fiume Sumbar e le Montagne della Luna raggiungiamo il villaggio di Nohur, isolato e legato alle proprie tradizioni
Ultimo giorno nelle vastità rurali del paese. Percorriamo la valle del fiume Sumbar, tra i monti della catena del Kopet Dag, da sempre divisione naturale tra l’Iran e il Turan, la terra dei barbari, nonché vecchia frontiera dell’Unione Sovietica. Ora è il confine statale... continua
11° Giorno
Ritorno ad Ashgabat. Nel pomeriggio visita al Museo dei Tappeti
Ed eccoci all’ultimo giorno di viaggio in fuoristrada, quello che in un paio d’ore ci riporta ad Ashgabat, dove entriamo dalla parte opposta a quella da cui eravamo usciti. Pranzo in ristorante locale e sistemazione in hotel. Nel pomeriggio visitiamo il Museo dei Tappeti con... continua
12° Giorno
Partenza per il rientro in Italia
Arrivo a Francoforte, cambio di aeromobile e proseguimento per l’Italia.Cimitero, villaggio di Nohur 2. Incontri 3. Darwaza, deserto del Karakum

 

BENE A SAPERSI PRIMA DELLA PARTENZA

 

  • Il viaggio é una vera e propria spedizione. Al di fuori della capitale e di Turkmenbashi, dove pernottiamo in hotel, tutti gli altri pernottamenti, 7 notti, sono in campi tendati mobili con tende di tipo igloo a 2 posti (la partecipazione dei partecipanti nel montaggio e smontaggio delle tende é sempre gradita).

 

  • L’equipaggiamento necessario é provvisto dall’organizzazione, incluso il sacco a pelo e il materassino (consigliamo di portarsi un sacco lenzuolo da inserire all’interno del sacco a pelo e un piccolo asciugamano. Chi lo desidera può portare il proprio sacco a pelo).  Per lavarsi al campo viene fornita acqua in quantità moderata e catini.

 

  • I pasti durante la spedizione sono freddi (tipo pranzo al sacco) a mezzogiorno (a base di insalate di verdure fresche, formaggio e frutta) e cucinati al campo dal cuoco la sera (un primo, un secondo, frutta, caffè o tè). Vengono predisposte sedie e tavoli provvisti dall’organizzazione locale per le cene, a pranzo si mangia generalmente seduti su stuoie/tappeti.

 

  • I trasferimenti da/per l’aeroporto e ad Ashgabat si effettuano con minibus/bus a seconda del numero di partecipanti dotato di aria condizionata.

 

  • Per la spedizione si utilizzano esclusivamente moderni fuoristrada 4×4 tipo Toyota Land Cruiser o similare, dove trovano posto 3 partecipanti per auto oltre all’autista (la guida e il Tour Leader potrebbero essere il quarto occupante oltre all’autista). L’itinerario si svolge prevalentemente su piste. Le condizioni delle poche strade asfaltate spesso non sono buone. Il programma di viaggio come sopra indicato é quello che abitualmente si fa, ma resta a discrezione del Tour Leader e della guida decidere se il campo si posa in un’area piuttosto che un’altra. Trattasi di una spedizione in tenda, non ci sono tempi da rispettare per forza se non quelli di Ashgabat e di Turkmenbashi. Tutte le località indicate nel tour saranno esplorate e vissute, le modalità e i tempi potranno non essere quelli indicati. L’ordine delle visite potrebbe essere modificato in caso di necessità o l’itinerario potrebbe essere invertito, mantenendo intatta la sostanza del viaggio.

 

  • Il clima del Turkmenistan é di tipo continentale ed é caratterizzato da forti escursioni termiche stagionali e scarse precipitazioni.
    Il clima all’interno del Paese é generalmente molto secco, mentre tassi di umidità atmosferica leggermente più elevati vengono registrati nella regione che costeggia il Mar Caspio. Le temperature invernali possono essere notevolmente rigide con valori minimi che a volte raggiungono i -25°, mentre il periodo estivo é caratterizzato da un caldo torrido che supera spesso i 40/45°. La regione desertica del Karakum può essere battuta da forti venti che provocano tempeste di sabbia. Le stagioni intermedie sono generalmente caratterizzate da temperature piacevoli (da Aprile a metà Giugno e Settembre-Ottobre) e sono le migliori per visitare il Paese.

 

 

 

COMPOSIZIONE DELLA QUOTA

Questi prezzi sono ancorati al rapporto di cambio (1 Euro = 1,20 USD) e possono essere soggetti ad adeguamento valutario (valgono le condizioni di vendita da catalogo).

La percentuale delle quote pagate in valuta estera é del 55% del prezzo del viaggio

 

Prenota Senza Pensieri. Tutela il prezzo del viaggio da eventuali adeguamenti valutari.

Modalità:

  • In fase di prenotazione dovrai comunicare la volontà di aderire al “Prezzo bloccato”;
  • Potrai così conoscere da subito l’importo forfettario richiesto a copertura dell’adeguamento valutario, che normalmente viene comunicato fino a 21 giorni prima della partenza;
  • Ovviamente il “Prezzo bloccato” é facoltativo. Decidendo di non aderire gli eventuali adeguamenti ti verranno comunicati fino a 21 giorni dalla partenza;
  • Il Blocco Prezzi può essere applicato solo alle prenotazioni effettuate fino a 45 giorni prima della partenza.
  •  

LA QUOTA COMPRENDE:

 

  • Voli di linea internazionali con Lufthansa da Milano in classe economica
  • Franchigia bagaglio aereo kg. 20 per persona
  • Trasferimenti da/per gli aeroporti all’estero
  • Trasporti interni con minibus/pullman dotati di aria condizionata ad Ashgabat a seconda del numero di partecipanti
  • Trasporti con fuoristrada 4×4 tipo Toyota Land Cruiser o similare, 3 partecipanti per auto oltre all’autista durante la spedizione (la guida e il Tour Leader potrebbero essere il 4 occupante dell’auto)
  • Acqua minerale naturale a disposizione a bordo dei veicoli
  • Sistemazione in camera doppia in hotel 5* ad Ashgabat e in hotel 4* a Turkmenbashi come da programma di viaggio (classificazione locale)
  • Sistemazione in tenda tipo igloo a due posti durante la spedizione (sono previste 7 notti in campo mobile, come da programma)
  • Trattamento di pensione completa
  • Visite ed escursioni come da programma, ingressi, tasse e percentuali di servizio
  • Guida locale parlante inglese
  • Accompagnatore Kel 12 con minimo 8 partecipanti

 

LA QUOTA NON COMPRENDE:

 

  • Il visto d’ingresso in Turkmenistan (107 USD da pagarsi esclusivamente in arrivo all’aeroporto di Ashgabat. L’importo del costo del visto d’ingresso può essere soggetto a variazioni da parte delle Autorità competenti senza preavviso)
  • Tassa d’immigrazione (12 USD da pagarsi esclusivamente in arrivo all’aeroporto di Ashgabat. L’importo del costo della tassa d’immigrazione può essere soggetto a variazioni da parte delle Autorità competenti senza preavviso)
  • Tasse aeroportuali e fuel surcharge
  • I permessi per fotografare e filmare nei musei e a Gonur Depe
  • Mance per autisti e guida (prevedere circa 60 Euro a persona a seconda del numero di partecipanti. Le mance, non obbligatorie, vanno consegnate al Tour Leader che provvederà a distribuirle durante il viaggio)
  • Bevande ai pasti e facchinaggio
  • Spese extra personali in genere e tutto quanto indicato come facoltativo
  • Tutto quanto non espressamente indicato nel programma e al  paragrafo “La quota comprende”

 

Scarica qui il programma di viaggio completo


Leggi il nostro Blog

 

Ti è piaciuto quello che hai letto? Lascia la tua opinione.

css.php
Vai alla barra degli strumenti