Filosofia di viaggio

La filosofia di viaggio che “Viaggi Avventura” vuole proporre è l’avventura del viaggio come concetto:  “ad ventura”, ciò che capiterà … lasciando il viaggiatore libero di sentire le emozioni, conoscere a modo suo i paesi ma con la sicurezza di sbagliare poco

Viaggi avventura significa visitare nuovi paesi, insieme, in un gruppo di persone curiose, che si vogliono divertire, che vogliono condividere l’emozione del viaggio in libertà.

Viaggi avventura è la sicurezza di viaggiare in gruppo, in un itinerario ottimizzato, lasciando però al viaggiatore la libertà di costruire il proprio personale viaggio alla scoperta delle persone e dei luoghi, conoscere i paesi visitati con i propri occhi e il proprio modo di intendere il viaggio.

“Per chi ha iniziato a viaggiare negli anni ottanta, “avventura” significava un biglietto aereo, una guida cartacea, un passaporto e qualche traveller cheque! Il significato profondo del termine consisteva nel non sapere cosa sarebbe accaduto durante il viaggio pur sapendo dove si stava andando. Ad accrescere il fascino delle “avventure” e il desiderio di partire, a nutrire la voglia di scoprire cosa c’era oltre, contribuivano anche i libri e i racconti delle esplorazioni di personaggi coraggiosi e senza scrupoli. Il viaggio indipendente alla backpackers divenne una passione.

Questo modo di viaggiare, libero e individuale, richiede tempo e adattabilità che non sempre e non tutti hanno. Eppure rappresenta lo spirito del vero viaggio … Da qui nasce l’idea dei viaggi ViaggiAvventura, dove ad avventura (impresa che presenta imprevisti ma attraente e piena di fascino per ciò che vi è in essa d’ignoto o d’inaspettato) si dà principalmente il significato di esperienza fuori dall’ordinario.

I viaggi avventura diventano così itinerari alla scoperta di percorsi meno battuti e meno conosciuti dal grande pubblico, quindi insoliti e con un certo grado di flessibilità.

Viaggi Avventura vuole offrire al viaggiatore il giusto equilibrio tra l’esperienza di un viaggio di gruppo e il desiderio di avere dei momenti liberi utili per acquisire consapevolezza del luogo che si sta visitando, dando spazio alla curiosità e allo spirito di avventura del viaggiatore che diventa così protagonista della propria vacanza.

Scegliere un ristorante, prendere un taxi, un risciò o concedersi una passeggiata senza un obiettivo, per il semplice piacere di entrare in contatto con il territorio e la sua gente, sono gli stimoli del viaggiatore Viaggi Avventura.

Altra caratteristica della formula proposta è l’inserimento, negli itinerari, di alcune tratte percorse con mezzi pubblici quali treni, bus e battelli, esperienze che proiettano il turista nel tessuto sociale del paese.
L’equivoco che vorremmo dissipare è quello tra viaggi avventura e viaggi di qualità mediocre. I viaggi Avventura prevedono servizi e sistemazioni di buon livello; la sera si potrà soggiornare in alberghi a tre/quattro stelle, i mezzi previsti saranno confortevoli e la presenza di un assistente Kel 12 dall’Italia contribuirà a rendere il viaggio un’esperienza unica e completa o con ottime guide locali.

Ma chi sceglie un Viaggio Avventura avrà modo anche di visitare i luoghi con maggior autonomia e consapevolezza. In India si lascerà trascinare dalla folla brulicante per le vie della vecchia Delhi, pernotterà nelle cuccette dei treni express e frequenterà le sale d’attesa, dove un intero spaccato del popolo indiano gli si presenterà davanti. Dopo un paio di giorni liberi a Tokyo la conoscerà come le sue tasche snocciolando fermate di metropolitana e quartieri dai nomi impossibili e farà gli incroci tra linee private e tratte JR, avrà incontri ravvicinati con gli Izakaya che gli ricorderanno che in Giappone non si mangia solo sushi; scivolerà lento lungo il Rio Delle Amazzoni per tre giorni ospite di battelli postali regionali dove ogni sosta è un film, proverà l’esperienza di un viaggio sui bus brasiliani dove ogni due ore ci si ferma nelle stazioni di ristoro e dove il mondo si incrocia tra un cafezinho e una feijoada.
Viaggiare Viaggi Avventura vuol dire essere immersi nel paese in prima persona pur nella sicurezza di un gruppo e sempre affiancati dal valido supporto del nostro assistente.

 

Buon viaggio e benvenuto in “Viaggi Avventura

Savino Pellerano

Share on FacebookShare on Google+Pin on PinterestTweet about this on Twitter

6 Risposte

  1. clara orso / 09 01 2015

    E così che mi piace viaggiare.

  2. Alma / 13 11 2015

    ed è così che un viaggio è veramente “IL VIAGGIO”, un percorso che accresce, che apre la mente e riempie l’anima, un movimento pieno di forti emozioni!!

  3. valeria soldati / 04 02 2016

    I vostri viaggi sono interessanti. spero al piu’ presto di poterne usufruire. Grazie

  4. Foto del profilo di lisa lisa / 30 03 2016

    Che meraviglia! Il mondo è talmente bello che vorrei vederlo tutto…

  5. germano fogale / 30 08 2016

    Vorrei avere la vostra mail per scrivere e farvi conoscere un posto meraviglioso in Sud America .
    Grazie e saluti
    Germano

Ti è piaciuto quello che hai letto? Lascia la tua opinione.

css.php
Vai alla barra degli strumenti